Gen 22, 2022 07:24 Europe/Rome
  • Gen. egiziano: gli Usa sostengono Seul in funzione anti-Cina

SEUL-Il presidente sudcoreano Moon Jae lascerà l’Egitto oggi, venerdì, dopo un tour in tre capitali arabe: Abu Dhabi, Riad e Il Cairo.

Lo riporta l'agenzia Nova. Nella prima tappa, la Corea del Sud e gli Emirati Arabi Uniti hanno firmato nuovi accordi, in particolare un’intesa per la vendita di missili terra-aria coreani (M-Sam) a medio raggio, fatto che indica una fiorente cooperazione tra i due Paesi nel settore della difesa. Gli Emirati sono il partner più importante della Corea del Sud nella regione da quando Seul ha vinto un contratto da 20 miliardi di dollari nel 2009 per costruire quattro reattori nucleari a Barakah. Successivamente, i due Paesi hanno firmato diversi accordi per espandere la cooperazione in tutti i settori, soprattutto nella tecnologia. La Corea del Sud e l’Arabia Saudita hanno firmato 14 memorandum d’intesa durante la visita di Moon per diversificare le aree di cooperazione in nuovi settori come l’industria, l’energia, la salute, la medicina e l’idrogeno. Non solo. Il Consiglio di cooperazione per gli Stati arabi del Golfo ha parlato della ripresa dei negoziati per la conclusione di un accordo di libero scambio con la Corea del Sud. In Egitto, la Corea del Sud ha annunciato un prestito al Cairo per appaltare alle società sudcoreane diversi progetti nei prossimi quattro anni. I due Paesi hanno firmato un accordo per lo sviluppo di sistemi di segnalamento nelle ferrovie e un accordo, lo scorso anno, sulla produzione congiunta di armi pesanti. Secondo quanto riportato dalla stampa russa, la Corea del Sud parteciperà anche ai lavori infrastrutturali della centrale nucleare di Dabaa, nel nord dell’Egitto.

Il generale egiziano Sayed Ghoneim, capo dell’Istituto per la sicurezza globale e gli affari di difesa negli Emirati Arabi Uniti, ha detto ad “Agenzia Nova” che la Corea del Sud è diventata un importante partner commerciale ed economico per gli Emirati Arabi Uniti e l’Arabia Saudita e un forte concorrente del Giappone, della Cina e dell’Europa nel Golfo. “La Corea del Sud offre molte opportunità agli Emirati Arabi Uniti e all’Arabia Saudita, in particolare nei settori della tecnologia, della salute e dell’industria, e supera i suoi concorrenti perché ha meno restrizioni burocratiche, una questione di cui il Giappone soffre molto”, ha detto Ghoneim a “Nova”. “La Corea del Sud sta lavorando per sfruttare un importante spazio lasciato dagli Stati Uniti nel Golfo: Seul ha fornito all’Arabia Saudita sistemi di difesa aerea, veicoli militari e altri sistemi militari che Riad non è stata in grado di acquisire da Washington e dai suoi alleati occidentali”, ha detto Ghoneim, aggiungendo che a Washington non dispiace la crescente presenza sudcoreana, sia in Arabia Saudita che negli Emirati Arabi Uniti, “perché riduce la dipendenza di Riad e Abu Dhabi dalla Cina”.

“Gli Stati Uniti non hanno molte obiezioni al fatto che l’Arabia Saudita o gli Emirati Arabi Uniti acquisiscano armi dalla Corea del Sud invece che dalla Cina o dalla Russia, perché Seul è un importante partner per la sicurezza di Washington”, ha affermato Ghoneim. La Corea del Sud ha anche interessi nel Golfo per la messa in sicurezza delle rotte marittime e la lotta alla pirateria, ma ha una neutralità positiva tra Iran e i Paesi arabi. Seul vede anche l’Egitto come un’altra arena per la concorrenza con Cina e Giappone, ed è motivata a lavorare nel vasto mercato egiziano che offre un gran numero di progetti, un enorme volume di investimenti e una popolazione con un potere d’acquisto molto grande, che rappresenta quasi un terzo della popolazione del resto dei paesi arabi, secondo il generale egiziano. “La Corea del Sud si rende conto dell’importanza del controllo egiziano del Canale di Suez, che collega l’Asia all’Europa”, ha detto Ghoneim, aggiungendo che Seul “si è rivolta all’Egitto dopo che il Cairo ha ridotto i suoi legami con la Corea del Nord, e Seul vuole creare una partnership economica con il nostro Paese per garantire la sua distanza da Pyongyang. La Corea del Sud si è offerta di essere un esportatore di tecnologia in Egitto e ha già accettato di produrre congiuntamente alcune armi”.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag