May 21, 2022 11:58 Europe/Rome
  • L'aria che tira, 'basta idiozie'. Nicolai Lilin smaschera Boldrini: quando invitava i neonazisti ucraini

ROMA-Le spiegazioni semplicistiche basate sull'assunto che il presidente russo Vladimir Putin è un pazzo che all'improvviso ha invaso l'Uccraina non aiuta a trovare una soluzione al conflitto e sono "un insulto all'intelligenza umana".

Lo scrittore italiano di origine moldava Nicolai Lilin, autore di una biografia di Putin, argomenta come siano rischiose certe semplificazioni nel corso de L'aria che tira, il programma condotto da Myrta Merlino su La7, martedì 10 maggio. E tira fuori un vecchio episodio con protagonista l'ex presidente della camera, Laura Boldrini, e i suoi rapporti con i neonazisti ucraini.

Lilin non nega che si tratta di una "guerra d'aggressione" ma il conflitto "è un minotauro che è nato da dell'incesto tra gravi mancanze politiche e la miopia del nostro occidente", spiega lo scrittore. "Sono solidale con i poveri ucraini che subiscono l'aggressione militare perché so cosa significa avere la guerra in casa, però sono assolutamente contrario a queste spiegazioni riduttive perché sono Innanzitutto un insulto all'intelligenza umana", soprattutto quando si dice che "Putin si è svegliato una mattina e ha deciso di invadere l'Ucraina, è un idiozia totale". 

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag