Giu 05, 2022 07:03 Europe/Rome
  • Papa: pensiero all'Ucraina, allo Yemen, ai Rohingya e al Libano

CITTA' DEL VATICANO - "Domani cerchiamo quella persona che ci ha ferito, a volte della nostra stessa famiglia, e chiediamo perdono o perdoniamo.

Così inizia la pace,a poco a poco, a uno a uno. I capi di Stato lavoreranno per la pace, o non lo faranno e saranno giudicati dalla storia". Lo ha detto il Papa in un videomessaggio osservando una realtà del mondo contemporaneo segnata dalla malattia: "la pandemia - ricorda - che si è portata via milioni di persone in tutto il mondo, e con essa il dolore, la sofferenza, l’assenza". E poi menziona altri mali di cui soffre l'umanità. E anche in tante parti del mondo la fame e popoli interi costretti all’esilio. E la guerra, guerra tra fratelli, guerra tra cristiani, come nel caso, in questo momento, della invasione dell’Ucraina. Sono un esempio di questa guerra in tutto il mondo anche la situazione nello Yemen, il martirio del popolo Rohingya e la particolare situazione del Libano, tra gli altri... guerra".

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag