Giu 29, 2022 16:30 Europe/Rome
  • La Cina chiede azioni urgenti e decisive sulla questione palestinese

(Pars Today Italian) ––Dopo la conferenza del BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) l’ambasciatore cinese permanente alle Nazioni Unite Zhang Jun,...

ha chiesto a viva voce di risolvere al più presto le controversie che riguardano la Palestina e Israele. L’ambasciatore ha affermato: “È stato dimostrato più e più volte che la questione della Palestina è il punto cruciale della pace in Asia occidentale. Una gestione frammentaria delle crisi non può sostituire una soluzione globale e giusta”. Nella dichiarazione afferma anche che Israele non può continuare ad ignorare le risoluzioni ONU per i suoi meri interessi interni e che la comunità deve assolutamente liberarsi dall’immobilismo verso il “menefreghismo” israeliano verso la Palestina. La Cina, dice, è preoccupata per la deriva violenta dei coloni, della continua occupazione di territorio, del saccheggio delle risorse da parte di Israele sui territori palestinesi, costringendo ad un non miglioramento la popolazione e alla occupazione militare di aree destinate alla popolazione, del disprezzo di Israele per le risoluzioni adottate dall’ONU nei suoi confronti. “Sotto l’occupazione israeliana, la vitalità della Palestina è stata ridotta al limite. Abbiamo notato con grande preoccupazione che circa il 18% dell’Area C in Cisgiordania è stata designata da Israele come zona militare chiusa per l’addestramento, e circa il 50% è stato designato per altri scopi, chiudendola di fatto per la costruzione, l’attività economica e lo sviluppo palestinesi” afferma l’ambasciatore. “Ciò che è più preoccupante è che la continua espansione degli insediamenti ha invaso la terra e le risorse naturali palestinesi, mina il diritto del popolo palestinese all’autodeterminazione e ha reso uno Stato di Palestina geograficamente contiguo, indipendente e sovrano sempre più sfuggente da raggiungere. Ogni brutale centimetro di espansione degli insediamenti sta rendendo la prospettiva di una soluzione a due stati molto più difficile da raggiungere”, ha aggiunto Zhang. L’ambasciatore continua: “La questione della Palestina è una cartina di tornasole della giustizia internazionale e dell’equità, essa è stata senza soluzione per oltre 70 anni con la giustizia internazionale che non è riuscita a imporsi in questi decenni, questo toglie credibilità a tale giustizia.” Ha ricordato che il BRICS ha riaffermato l’impegno dei suoi componenti per un Asia occidentale e un Nord Africa pacifici e prosperi, invitando la comunità internazionale a sostenere gli sforzi volti alla stabilità e alla pace nella regione. “Sosterremo fermamente la giusta causa del popolo palestinese per ripristinare i suoi legittimi diritti nazionali e continueremo a compiere sforzi incessanti per raggiungere una pace globale, giusta e duratura in Asia occidentale”, ha concluso Zhang.

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag