Ago 09, 2022 23:47 Europe/Rome
  • Vaticano: le parti non sono ancora pronti alle trattative sulla crisi ucraina

CDV - "Pure oggi nella tragica vicenda ucraina, non sembra emergere al momento disponibilità a intavolare reali negoziati di pace e ad accettare l’offerta di una mediazione super partes.

Come è evidente, non è sufficiente che una delle parti lo proponga o lo ipotizzi in via unilaterale, ma è imprescindibile che entrambe esprimano la loro volontà in questo senso", ha dichiarato Il cardinale Segretario di Stato vaticano Pietro Parolin  in un'intervista a Limes. Ricordando i numerosi appelli di Papa Francesco per una soluzione pacifica della crisi ucraina, Parolin ha ammesso che le parole del pontefice restano “una voce che grida nel deserto”. Inoltre, non ha escluso la possibilità che potrebbe avvenire verificarsi "un conflitto mondiale vero e proprio". "Credo che noi non siamo ancora in grado di prevedere o calcolare le conseguenze di quanto sta accadendo. Migliaia di morti, città distrutte, milioni di sfollati, l’ambiente naturale devastato, il rischio di carestia per la mancanza di grano in tante parti del mondo, la crisi energetica… Come è possibile che non si riconosca che l’unica risposta possibile, l’unica via praticabile, l’unica prospettiva percorribile è quella di fermare le armi e promuovere una pace giusta e duratura?", ha osservato il cardinale. Parlando della possibilità di un viaggio di Papa Francesco in Russia e Ucraina, 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag