Set 14, 2022 19:00 Europe/Rome
  • L'assassinio del generale Soleimani, nuovo libro rivela: Trump teme per la vendetta dell'Iran

WASHINGTON - L'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto ai suoi amici prima della...

fine del suo mandato che temeva che l'Iran avrebbe tentato di ucciderlo per vendicarsi dell'assassinio del principale comandante antiterrorismo iraniano, il generale Qassem Soleimani, rivela un nuovo libro. Il 3 gennaio 2020 il generale Soleimani è stato preso di mira in un attacco di droni statunitensi ordinato direttamente da Trump vicino all'aeroporto internazionale di Baghdad. L'attacco ha ucciso, tra gli altri, anche il vice capo delle Unità di mobilitazione popolare irachena Abu Mahdi al-Muhandis. Cinque giorni dopo, l'Iran, che aveva promesso di vendicare l'assassinio di Soleimani, ha lanciato una raffica di missili contro la base aerea statunitense di Ain al-Assad nella provincia occidentale di Anbar in Iraq, così come un'altra base aerea a Erbil. La Repubblica islamica ha anche affermato che l'attacco, soprannominato Operazione Martire Soleimani, è stato un "primo schiaffo" e che la sua rappresaglia non è finita. Secondo un nuovo libro di Peter Baker e Susan Glasser, Trump ha detto a molti dei suoi amici della Florida nel dicembre 2020 che temeva che l'Iran avrebbe tentato di assassinarlo, ha riferito The Guardian.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag