Set 24, 2022 08:02 Europe/Rome
  • Armi nucleari, monito degli USA alla Russia

WASHINGTON - Gli Stati Uniti hanno avvertito in privato la Russia per diversi mesi di "conseguenze" per qualsiasi uso di armi nucleari in Ucraina, secondo funzionari americani, ...

mentre Mosca ha avvisato Washington della sua "linea rossa" nucleare. Funzionari senza nome hanno detto al Washington Post che la Casa Bianca è stata pubblicamente intenzionalmente vaga su quali sarebbero state queste conseguenze nel tentativo di creare preoccupazione tra i leader russi, un metodo di deterrenza nucleare chiamato "ambiguità strategica".

Il presidente americano Joe Biden ha messo in guardia il suo omologo russo Vladimir Putin dall'idea di usare armi nucleari in Ucraina, aggiungendo che "cambierebbe il volto della guerra diversamente dalla seconda guerra mondiale". Biden ha detto la scorsa settimana che Mosca diventerebbe un paria globale se usa armi di distruzione di massa sulla ex repubblica sovietica. In un'intervista con un media statunitense, a Biden è stato chiesto quale sarebbe stato il suo messaggio a Putin se avesse ritenuto che il modo migliore per operare in Ucraina fosse usare armi nucleari o chimiche contro le forze di Kiev.

Il presidente degli Stati Uniti ha risposto "non farlo, non farlo" e aggiungendo che una tale decisione "cambierebbe il volto della guerra a differenza di qualsiasi altra cosa dalla seconda guerra mondiale". Se la Russia lanciasse un attacco nucleare o chimico contro l'Ucraina, "diventerebbe più un paria nel mondo di quanto non lo sia mai stato" e la risposta dell'America dipenderebbe "dalla portata di ciò che fanno", ha detto Biden nell'intervista a Notizie CBS. In risposta all'avvertimento di Biden, sabato il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, ha dato ai giornalisti questa breve risposta: "Leggi la dottrina. Tutto è scritto lì", ha riferito RIA Novosti. Ma cos’è la dottrina? E cosa c’è scritto? La dottrina militare racchiude i “principi fondamentali che guidano le azioni delle forze armate”. E’ una sorta di manuale d’uso: cosa fare in determinate situazioni. Per quel che riguarda l’uso delle armi atomiche la dottrina russa, aggiornata nel 2020, stabilisce che “la Russia si riserva il diritto di usare armi nucleari in caso di aggressione con l’uso di armi convenzionali che mettano in pericolo l’esistenza dello Stato”. 

La dottrina nucleare russa consente al Paese di utilizzare le armi nucleari in due casi, qualora il territorio russo fosse direttamente attaccato e se sul campo di battaglia si verificasse uno “stallo operativo” tale da richiedere l’intervento di armi in grado di sparigliare le carte e ribaltare la situazione.

L'ex presidente russo e attuale vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev ha annunciato giovedì che la Russia sarebbe disposta a usare "armi nucleari strategiche" per difendersi. "La protezione di tutti i territori uniti sarà notevolmente rafforzata dalle forze armate russe", ha scritto Medvedev su Telegram. 

La Russia ha iniziato la sua "operazione militare speciale" in Ucraina il 24 febbraio, con l'obiettivo dichiarato di "smilitarizzare" il Donbas, che è composto dalle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Luhansk. Nel 2014, le due repubbliche, prevalentemente di lingua russa, si sono staccate dall'Ucraina, spingendo Kiev a lanciare una sanguinosa guerra contro entrambe le regioni. Il conflitto durato anni ha ucciso più di 14.000 persone, principalmente nel Donbas. Dall'inizio del conflitto di febbraio tra i due paesi, gli Stati Uniti e i loro alleati europei hanno scatenato una serie di sanzioni senza precedenti contro la Russia e hanno versato numerosi lotti di armi avanzate in Ucraina per aiutare i suoi militari a respingere le truppe russe, nonostante i ripetuti avvertimenti dal Cremlino che tali misure non faranno che prolungare la guerra.

I commenti di Medvedev sono arrivati ​​dopo che il segretario di Stato americano Antony Blinken ha accusato Vladimir Putin di aver commesso "aggressione" in Ucraina e ha chiesto che il presidente russo ne rispondesse. L'alto diplomatico statunitense ha accusato il leader russo di aver aggiunto "carburante al fuoco" con i recenti passi, compreso l'annuncio di una parziale mobilitazione in Russia, dove Putin ha affermato che il suo Paese sta ora combattendo "l'intera macchina militare occidentale" in Ucraina.

Mentre il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che gli Stati Uniti ei loro alleati sono vittime della "russofobia". "C'è un tentativo oggi di imporci una narrativa completamente diversa sull'aggressione russa come origine di questa tragedia", ha detto Lavrov al Consiglio di sicurezza mercoledì. "Gli Stati Uniti ei loro alleati con la connivenza delle organizzazioni internazionali per i diritti umani hanno coperto i crimini del regime di Kiev", ha detto Lavrov.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag