Ott 04, 2022 13:05 Europe/Rome
  • Nord Stream, appaltatore europeo del progetto muore poco prima del sabotaggio al gasdotto

BERLINO - Le esplosioni dellle linee del gasdotto Nord Stream 1 e 2 potrebbero essere collegate allo schianto di un jet privato nel Mar Baltico.

Il Cessna 551, partito da Jerez, in Spagna, sarebbe dovuto atterrare a Colonia. Giunto però nello spazio aereo tedesco, nessuno ha più risposto ai controllori del traffico. L'aereo si è schiantato nel mar Baltico di fronte alle coste della Lettonia all'altezza della citta di Ventspils.

Il jet stava trasportando Karl-Peter Griesemann, un importante uomo d'affari tedesco 72enne, sua moglie Julianne, sua figlia Lisa e il fidanzato della figlia. La conferma delle vittime è arrivata dalla sua stessa azienda, la Quick Air, compagnia di charter con sede a Colonia. Stando ai media tedeschi, a pilotare l'aereo sarebbe stato lo stesso Griesemann. 

L'uomo d'affari è proprietario della Quick Air, compagnia di voli charter, e figura di spicco dell'imprenditoria e della comunità cattolica di Colonia nonche' uno degli appaltatori del progetto Nord Stream. Griesemann era al comando anche di una societa' impegnata nella manutenzione dei gasdotti di Nord Stream. Il suo aereo stava sorvolando proprio la zona dove ha avuto luogo l'esplosione del oleodotto.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag