Ott 06, 2022 09:09 Europe/Rome
  • Italia, affermazioni Giorgia Meloni e Mario draghi su Pnrr

ROMA (Pars Today Italian) - Per la prima volta dopo la vittoria elettorale, le parole della premier in pectore marca una distanza netta rispetto all'Ex governo Draghi, sia nei toni che nel merito.

"Ereditiamo una situazione difficile: i ritardi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), afferma, sono evidenti e difficili da recuperare e siamo consapevoli che sarà una mancanza che non dipende da noi ma che a noi verrà attribuita anche da chi l'ha determinata". Un po' un'accusa, un po' il tentativo di mettere le mani avanti, consapevole delle difficoltà e dei rischi per il Paese. E quella che arriva dall'attuale presidente del Consiglio sembra proprio una replica a distanza. " Non ci sono ritardi nell'attuazione del Pnrr: se ce ne fossero, la Commissione non verserebbe i soldi", dice secco Mario Draghi.

A Palazzo Chigi non intendono comunque aprire una dialettica sul tema anche se non è passata inosservata nemmeno la frase che la leader FdI avrebbe consegnato ai suoi sul Consiglio europeo del 20 e 21 ottobre. Meloni non ci sarà sì per un problema di tempi ma anche, queste le sue parole, perché "il dossier è stato curato da altri e la riunione alla fine rischia di essere un fallimento".

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag