Nov 20, 2022 04:28 Europe/Rome

ROMA - Il racconto del potere mediatico in molti casi fa sparire il soggetto che è diventato oggetto del braccio di ferro: le persone migranti, utilizzate come

carne da cannone dai diversi nazionalismi. Perché, come per ogni guerra, anche per questa “guerra diplomatica” le vittime sono sempre le stesse: la povera gente.

Nel frattempo non si placa la tensione tra Parigi e Roma dopo che la nave Ocean Viking ha potuto attraccare al porto francese di Tolone. I 230 migranti a bordo, tra cui 57 bambini, sono stati sottoposti ai dovuti accertamenti medici. Malgrado la risoluzione della crisi, non si placano i toni tra Palazzo Chigi e l’Eliseo. Il premier italiano Giorgia Meloni non ha usato giri di parole per descrivere la reazione di Parigi al rifiuto italiano di accogliere la nave rossa di SOS Méditerranée. 

Meloni puntualizza con le cifre - «Quando si parla di ritorsioni in un dinamica Ue qualcosa non funziona. Sono rimasta molto colpita dalla reazione aggressiva del governo francese, incomprensibile e ingiustificabile». Lo ha detto la premier italiana interpellata in conferenza stampa. «Cosa fa arrabbiare? Il fatto che l'Italia deve essere l'unico porto di sbarco per i migranti del Mediterraneo? Questo non c'è scritto in nessun accordo», ha puntualizzato.

«Io credo che valga la pena mettere insieme due numeri: la nave Ong Ocean Viking che oggi attracca in Francia è la prima nave di una Ong che abbia mai attraccato in Francia con 230 migranti. Questo ha generato una reazione molto dura nei confronti dell'Italia che ha fatto entrare quasi 90mila emigranti», ha concluso Meloni.

Parigi non ci sta - La risposta francese non si è fatta attendere: «Con l'Italia si è rotta la fiducia», ha detto la segretaria di Stato francese agli Affari Ue Laurence Bonne a France Info. Boone ha ricordato che Roma «si era impegnata nel meccanismo di solidarietà Ue» e che «i trattati si applicano al di là della vita di un governo, altrimenti se dovessimo cambiare ogni volta le regole sarebbe insostenibile. Il governo italiano attuale - ha continuato - non ha rispettato il meccanismo per il quale si era impegnato e si è rotta la fiducia. Credo lo si possa dire, perché c'è stata una decisione unilaterale che ha messo vite in pericolo e che, del resto, non è conforme al diritto internazionale». Affaire a suivre.

“L’ipocrisia francese mi indigna: Parigi accusa di disumanità l’Italia e poi nega l’accoglienza agli stessi africani che ha contribuito ad affamare con le sue politiche. È un’assurdità”. Sono le parole di Louis Michel Nekam, segretario generale della Association de Cooperation Italie-Afrique, che si occupa di formare e avviare al lavoro i giovani africani. In un’intervista a Il Giornale ha anche spiegato che “favorendo le partenze si continua ad impoverire l’Africa, togliendole ogni chance di riscatto” e che “Giorgia Meloni è l’unica ad aver avuto il coraggio di dire che bisogna fare il blocco navale per impedire agli africani di andare a morire in mezzo al mare“. Torna allora alla mente una intervista rilasciata da Giorgia Meloni il 21 gennaio 2019 a Massimo Giletti all’interno della trasmissione Non è l’Arena in onda su LA7. Un intervento lucido, diretto e molto chiaro. Riascoltiamo quell’intervento ricordando inoltre che in video visualizzato oltre 180mila volte, l’attivista svizzera camerunese Nathalie Yamb, invitata al forum economico Russia-Africa svoltosi a Soči nell’ottobre 2019, affermò a conferma delle parole di Giorgia Meloni: “noi vogliamo uscire dal franco cfa, ma Parigi, con la complicità dei suoi lacchè africani, lo vuole perpetuare sotto il nome di eco”. Due mesi dopo è stata espulsa dalla Costa d’Avorio, dove ricopriva la carica di consigliera esecutiva di Mamadou Coulibaly, candidato alle prossime presidenziali contro Ouattara. Buona visione.

 

Nota: Il video riguarda una intervista rilasciata da Giorgia Meloni il 21 gennaio 2019 a Massimo Giletti all'interno della trasmissione Non è l'Arena.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag