Set 20, 2016 22:13 Europe/Rome
  • Ultimo Obama all'Onu si scaglia contro Putin e populisti

NEW YORK - Un discorso a favore della globalizzazione, che però deve essere corretta, contro gli "uomini forti" e il populismo. Contro la Russia di Vladimir Putin, che "cerca di ottenere la gloria perduta con l'uso della forza".

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è salito per l'ultima volta sul podio dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, dove è arrivato in ritardo, scegliendo di parlare dei risultati ottenuti in otto anni e, al tempo stesso, delle incertezze e dei conflitti che agitano il mondo, a causa anche delle disuguaglianze sociali. 'Dobbiamo respingere qualsiasi forma di razzismo - ha proseguito - fondamentalismo e di idee superiorita' di razza. Bisogna abbracciare la tolleranza e il rispetto di tutti gli esseri umani e di tutte le culture'. "La diplomazia e' la vera chiave per fermare la violenza": ha precsato Obama, facendo l'esempio di Israele. "Non si puo' affermare la propria leadership sminuendo gli altri. Israele sa che non puo' occupare in via permanente la terra palestinese".
Commenti