Aug 31, 2019 12:16 CET
  • Fanatismo: falso volto dell'Islam (87):Jaysh al-Islam

Amici anche oggi proseguiamo il discorso sui gruppi terroristici attivi in particolare nella regione del Medioriente. Vi abbiamo già spiegato che nel 2012 allo scoppio della crisi siriana sostenuta da certi paesi occidentali e regionali,  Abu Bakr al-Baghdadi e il comando centrale di al-Qaeda hanno autorizzato al-Julani a creare una cellula di al-Qaeda in Siria, Jibhat al Nusra, per rovesciare il governo legittimo di Bashar al-Assad.

Al-Julani rifiutò però di essere un subordinato di al-Baghdadi e velocemente giurò fedeltà al leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri e così questi due gruppi terroristici si separarono.

Dopo questa scissione Al Nusra cambia nome, chiamandosi Jabhat Fateh al-Sham ("Fronte per la conquista del Levante"), si sgancia da al Qaeda. Ma più che una svolta moderata, il cambio di passo del gruppo estremista rappresenta una svolta tattica per sfuggire ai raid congiunti di Russia e dell'esercito siriano e per essere cancellata dalla lista delle organizzazioni terroristiche.

Il fronte al Nusra in questi anni si è macchiato di crimini orribili come l’Isis ed è un gruppo feroce.

L’obiettivo di questo gruppo è quello di rovesciare il governo legittimo di Bashar al-Asad in Siria. Essi per raggiungerlo godendo del sostegno di certi paesi occidentali ed anche regionali hanno compiuto terribili crimini in questo paese ed hanno attaccato gli appartenenti a correnti non sunnite in Siria, come gli alawiti.

***

Oltre al Daesh ed il Fronte al Nusra ci sono decine di gruppi estremisti che come funghi spuntano ogni tanto sul suolo siriano. Grazie al sostegno dei paesi occidentali ed i loro alleati regionali questi terroristi hanno trasformato la Siria come una grande roccaforte dei gruppi takfiriti.

Jaysh al-Islam (Esercito dell'Islam) è un'altra formazione di matrice salafita che insieme all'Isis ed al Nustra è attivo sul suolo siriano e viene appoggiato dall'Arabia Saudita. Nel settembre 2013 Zahran Alloush dichiarò ufficilamente la formazione di questo gruppo in Siria. Alloush, era il figlio di un noto mufti salafita dell' Arabia Saudita, un paese che insieme alla Turchia era tra i finanziatori della sua milizia.

Alloush si è laureato in studi islamici a Medina, in Arabia Saudita, ed è stato per lungo tempo un oppositore del governo siriano. Venne arrestato nel 2009 con l’accusa di possesso d’armi, ma fu liberato nel 2011 nel corso di un’amnistia con cui Assad svuotò le carceri di molti arrestati negli anni precedenti.

Egli prima della creazione di  Jaysh al-Islam aveva fondato 'Liwa al-Islam' (cioè 'Brigata dell'Islam') con il padre Abdallah. 

L'Esercito dell’Islam (Jaish al-Islam) è formata da circa 50 gruppi armati e conta su migliaia di combattenti addestrati.

Nel 2015 Zahran Alloush, è stato ucciso in un raid aereo che ha preso di mira il quartier generale del gruppo nei sobborghi di Damasco, dove era in corso un summit di capi. Insieme ad Alloush sono morte altre 13 persone, tra cui 5 dirigenti del gruppo terroristico. L'uccisione di di Alloush è stata duro colpo al al gruppo Jaysh al-Islam.

***

L'organizzazione 'Jaysh al Islam' ha già nominato un nuovo capo, dopo la morte di Alloush. Si tratta di Abo Hammam al Bwaydani, originario di Duma a quindicina di chilometri a nord-est di Damasco.

Jaysh al Islam si è spesso scontrato con l’Isis e ha espulso, ucciso o arrestato molti membri dell’organizzazione che si trovavano nelle aree sotto il suo controllo. Il giugno 2015 Jaysh al Islam ha pubblicato un video in cui veniva mostrata l’uccisione di 18 miliziani dell’Isis da parte di un gruppo di uomini vestiti di arancione, lo stesso colore che il Daesh fa indossare ai suoi prigionieri prima di ucciderli.

Jaysh al Islam è una milizia terroristica che ha commesso  tanti crimini di guerra, come l’uccisione di prigionieri e l’utilizzo di scudi umani. Lo stesso Alloush aveva dichiarato che intendeva “purificare” Damasco dei suoi abitanti sciiti. Alloush lodava anche Osama bin Laden.

Come abbiamo accennato anche sopra Jaysh al Islam, insieme ad Ahrar al-Sham sono tra i principali gruppi terroristi sostenuti dall'Arabia Saudita che sono attivi in Siria.

Commenti