Apr 06, 2021 10:52 CET
  • Le meraviglie sconosciute dell’Iran (10): la Torre di Qabus, a Gonbad-e-Kavoos

Una delle meraviglie sconosciute dell’Iran è la Torre di Qabus, che si trova a Gonbad-e-Kavoos, città del nord-est dell’Iran, situata nella regione del Golestan, che si trova a sud-est del Mar Caspio.

In questa cittadina di oltre 100 mila abitanti, l’attrazione più spettacolare che però non viene visitata quasi mai dai turisti stranieri, semplicemente perchè fuori dall’itinerari tradizionali, è la torre-mausoleo in mattoni, alta 60 m, risalente alla dinastia ziyaride, eretta nel 1006 d.C. per ordine del principe persiano Qābūs b. Wushmagīr b. Ziyād. Dal nome del principe, il nome della torre, Borj-e-Qabus, o Torre di Qabus.

La torre è stata eretta in cima a una collina a forma di cupola alta 15 m nel centro di Gonbad-e Kavus.

L'edificio è costruito con mattoni cotti non smaltati; è una delle torri in mattoni più alte del mondo. Il piano della torre è decagonale, a forma di stella con 10 punte di 17 m di diametro sul terreno e 15,5 m sotto il tetto. È sormontato da un tetto conico, anch'esso in mattoni.

Le pareti della torre hanno uno spessore di 3 m. Il suo interno è vuoto ed è decorato con le strutture alveolari tipiche dell’architettura islamica, dette muqarnas.

Alla base della torre vi è un’iscrizione che parla delle sue origini; l’iscrizione è in arabo ed è realizzata in calligrafia Kufi.

«Questo alto palazzo per il principe Shams ul-Ma'ali, Amir Qabus ibn Wushmgir che lui ordinò di costruire durante la sua vita, nell'anno 397 dell'Egira lunare, e l'anno 375 dell'Egira solare.»

 

*******

La torre è stata costruita nel 1006 per ordine del sultano studioso ziyaride Amir Shams ul-Ma'ali, Qabus ibn Wushmgir. Sebbene l'iscrizione alla sua base non menzioni esplicitamente che servì da tomba al Sultano, una leggenda sostiene che il suo corpo fu esposto in una bara di vetro sospesa al soffitto della torre.

Alla sua costruzione, la torre si trova a 3 km a nord dell'antica città di Gorgan, capitale della dinastia Ziyaride. Diventa il prototipo delle torri funerarie di Iran e Asia centrale.

È anche l'unica traccia sopravvissuta di Gorgan, distrutta durante le invasioni mongole nei secoli XIV e XV; la città attuale che porta il suo nome crebbe intorno alla torre all'inizio del XX secolo.

Nel 2012, quando era passato più di un millennio, la torre è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

l viaggiatore e scrittore britannico Robert Byron, visitandolo, mantiene un'alta opinione di questo monumento, scrivendo ne La via per l'Oxiana:

«I mattoni usati sono lunghi, sottili e con gli spigoli ancora integri come quando sono usciti dalla fornace, per cui dividono ombra e sole su ogni contrafforte con la precisione di un coltello. Di mano in mano che i contrafforti retrocedono dalla direzione del sole, le ombre si allargano sulla parete curva del cilindro, di modo che le strisce di luce e ombra, mutando di ampiezza, raggiungono un effetto straordinario. E il contrasto fra questo effetto verticale e l'abbraccio orizzontale delle fasce a caratteri cufici a conferire all'edificio il suo aspetto particolare, che non ha riscontri in architettura. [...] si chiede come abbia potuto l'uso del mattone, all'inizio del secondo millennio dopo Cristo, produrre un monumento più eroico, con un più geniale rapporto tra superfici e ornamentazione, di quanti se ne siano visti da allora in quel materiale.»

 

******

La bellezza aggiuntasi negli ultimi anni alla Torre di Qabus, è stata la realizzazione di un bellissimo lago artificiale nelle vicinanze, che ha trasformato la zona in uno dei luoghi di svago per la popolazione locale.

Sono stati organizzati anche ristoranti nelle vicinanze che preparano il Chagderme e il Burk, due piatti tipici dei turkmeni, che popolano la regione iraniana del Golestan.

La città di Gonbad-e-Kavoos è tra l’altro il centro iraniano per eccellenza per l’equitazione e le corse dei cavalla.

I prodotti più importanti, oltre ai tantissimi dolci, sono i famosi tappeti nomadi col tipico disegno turkmeno, caratterizzato da tanti piccoli rettangoli.

Se viaggiate in Iran, andate a vedere la Torre di Qabus a Gonbad-e-Kavoos, è una delle Meraviglie Sconosciute dell’Iran!

 

Tag