Apr 07, 2021 12:33 CET
  • La Rivoluzione islamica: Sviluppo e produzione (2)

Abbiamo detto che uno degli argomenti principali del messaggio della guida suprema della rivoluzione islamica dell’Iran, Ayatollah Khamenei in occasione del Nowruz del 1399,..

 equivalente del 21 marzo 2020, e’ stato quello della realizzazione dell’economia progressive e basata sulla produzione, in quanto l’elemento fondamentale per la forza e l’autonomia del Paese. Proprio per questo motive e con l’intento di raggiungere gli obiettivi a lungo termine nel settore dell’economia, il sommo leader ha scelto il titolo del salto nella produzione.

La guida suprema della rivoluzione islamica, Ayatollah Seyyed Ali Khamenei ha proclamato il nuovo anno persiano, ricordando un altro traguardo fondamentale della rivoluzione islamica dicendo: "Il salto nella produzione dovrà creare un cambiamento visibile nella vita della gente".

Le risorse naturali e minerali del nostro Paese, rappresentano una delle nostre numerose ricchezze naturali, indispensabili per la realizzazione della proposta avanzata da parte della guida suprema in merito al salto di qualita’ nella produzione e nella crescita economica della Repubblica Islamica dell’Iran. Tali risorse avendo la potenzialita’ di trasformarsi nei veri e propri capitali nazionali, deveno essere considerate e messe al frutto nei migliori dei modi per far raggiungere il nostro Paese, il traguardo importantissimo di autonomia totale nella produzione dei beni di prima necessita del popolo iraniano e nell’aumentare il livello di benessere di tutti I cittadini.

A questo proposito l’Ayatollah Khamenei nel suo messaggio di augurio per il nuovo anno rivolgendosi a tutta la popolazione, soprattutto alle famiglie dei martiri e degli invalidi di guerra ha detto: “Nessun popolo può raggiungere alte vette senza soffrire, aggiungendo: "Superare le difficoltà e oltrepassare gli ostacoli con un buon morale non fa altro che rendere potente un popolo ed accresce il suo prestigio, proprio come ha fatto finora il popolo iraniano e come farà anche d'ora in poi".

***

La guida suprema dedicando una parte importante del suo messaggio alle analisi dettagliate delle condizioni economiche e politiche del Paese ha elencato alcuni dei piu’ basilari elementi per lo sviluppo industrial ed economico del Paese: “

L’Iran pur avendo circa l’un per cento della popolazione mondiale, posside oltre il 7 percento delle risorse minerali del nostro pianeta. Le enormi risorse sotterranee, l’eccezionale posizione geografica tra il sud, nord, est ed ovest del mondo, il grande mercato nazionale, l’invidiabile mercato regionale con 15 paesi confinanti e oltre 600 milioni di popolazione, i lunghi confine marittimi, la femenale varieta’ di prodotti agricoli e alimentari, tutto cio’ che ho elencato, rapresenta soltanto parte delle potenzialita’ economiche ed industriali del nostro Paese”.

A questo riguardo dobbiamo dire che una delle risorse importantissime del nostro Paese che e’ stata messa a frutto in minima parte e’ proprio la grande quantita’ di miniere di rame che si trova in Iran senza essere identificate e messe al servizio della nostra industria.

Ardeshir Mohammadi, il vice direttore della societa’ nazionale dell’industria di rame iraniana a questo proposito dice: “Auspichiamo che entro I prossimi quattro anni la capacita’ di produzione di rame iraniana possa raggiungere la soglia di 550mila tonnellate all’anno, appropiandosi una notevole fetta di esportazione di rame sul mercato internazionale”.

Ovviamente uno degli ostacoli principali per la realizzazione di questo traguardo nel settore minerario e’ stato l’imposizione delle sanzioni ingiuste e illegali da parte degli Stati Uniti al nostro Paese.

La guida suprema dell'Iran facendo riferimento alla questione delle sanzioni ha ricordato: "Le sanzioni per l'Iran, accanto agli svantaggi, hanno avuto anche dei vantaggi e ci ha spinto a produrre ciò che serve alla vita della nazione attraverso le nostre risorse interne e questo prezioso movimento, col volere di Dio, proseguirà". L'Ayatollah Seyyed Alì Khamenei ha proclamato quest’anno all’insegna del salto nella produzione dando una Preziosa indicazione ai responsabili della nazione: "Agite in modo che il salto nella produzione, crei un cambiamento percepibile nella vita della gente".

 

Tag