Gen 12, 2022 09:56 CET
  • Ayatollah Khamenei, Sicurezza e stabilità nella Regione (4)

Amici , vi proponiamo un’altra puntata di questo programma che come il tema centrale cercherà di esaminare i diversi elementi indicati dalla Guida suprema della Rivoluzione islamica, l’Ayatollah Khamenei sull’importantissimo tema della sicurezza e stabilità nella Regione dell’Asia occidentale. Restate con noi!

Come sappiamo Gli Stati Uniti in seguito agli attentati alle Torri Gemelle hanno dato l’inizio a una serie di iniziative apparentemente anti terroristici che in retà miravano a occupare alcuni paesi strategicamente molto importanti per loro, tra cui l’Iraq e l’Afghanistan. Va ricordato inoltre che l’allora amministrazione americana di George W. Bush mise atto una vasta e forte campagna propagandistica con il principale obiettivo di giustificare le guerre americane nel Medio Oriente per l’opinione pubblica americana e occidentale. L’altro progetto statiunitense che si dimostrò fallimentare sia dal punto di vista della politica interna americana sia per i suoi aspetti geopolitici, fu quello di creare un mondo unipolare dove gli americani avrebbero rappresentato l’unica potenza globale. E come vediamo gli americani hanno occupato il paese islamico dell’Afghanistan come l’unica super potenza mondiale ma a distanza di 20 anni hanno dovuto lasciare questo paese come un un impero in crollo.

******

L’occupazione dell’Afghanistan, costata agli americani oltre due trilioni di dollari, oggi è diventata una delle principali critiche e domande del popolo e degli intellettuali i quali oggi chiedono al governo statiunitense delle spiegazioni e chiarificazioni sulla guerra iniziata 20 anni con la scusa della lotta al terrorismo talibano e sui negoziati di oggi con gli stessi talebani per poi lasciare il campo libero ad essi abbandonando l’Afghanistan senza porre una minima resistenza alla riconquista dei talebani. L’altra domanda posta frequentemente dagli intellettuali americani all’Amministrazione Usa è la seguente: Perchè due trilioni di dollari spesi per combattere il terrorismo in Afghanistan non solo non è servito a fermare i talebani o altri gruppi estremisti, ma gli ha addirittura rafforzato ulteriormente? A cosa è servita tutta questa enorme spesa di soldi e della vita dei soldati americani uccisi nel corso di 20 anni di occupazione afgana?

******

Per comprendere meglio la enorme portata delle spese militari americane in Afganistan ricordiamo la celebre frase di un’autorita governativa afgana che usando un tono ironico ma critico allo stesso tempo, ha ricordato che se gli americani da ogni dollaro speso per occupare il nostro Paese, ci regalavano soltanto venti centesimi, noi avremmo potuto non solo costruire al meglio l’Afghanistan, ma potevamo garantire la sicurezza afgana istruendo adeguatamente tutto il nostro esercito. Ricordiamo le importanti affermazioni della Guida Suprema iraniano, Ayatollah Khamenei che l’anno scorso facendo riferimento alle vittime innocenti del popolo afgano negli attentati terroristici ha detto: “Le mani malvage che hanno creato e finanziato i terroristi Daesh, intendevano colpire la resistenza siriana e irachena, ma oggi sconfitti in quei paesi stanno trasferendo l’Isis in Afghanistan per seminare il terrore e l’insicurezza in questo Paese”.

 

 

Tag